Search
Generic filters

Portugal

Klubber

Introduzione alle maglie Portugal retro Le maglie Portugal retro sono una celebrazione dell’importante e appassionante storia calcistica del Portogallo, paese che vanta una lunga tradizione nel mondo del pallone ed è stato protagonista di numerosi momenti memorabili nelle competizioni internazionali. Queste maglie rappresentano un simbolo di orgoglio e passione per i tifosi delle “Quinas”, che […]

Introduzione alle maglie Portugal retro

Le maglie Portugal retro sono una celebrazione dell’importante e appassionante storia calcistica del Portogallo, paese che vanta una lunga tradizione nel mondo del pallone ed è stato protagonista di numerosi momenti memorabili nelle competizioni internazionali. Queste maglie rappresentano un simbolo di orgoglio e passione per i tifosi delle “Quinas”, che permettono di rivivere le gesta di campioni del passato che hanno indossato questi storici colori.

Le maglie Portugal retro sono caratterizzate dai tradizionali colori della bandiera portoghese, il verde e il rosso, che rappresentano rispettivamente la memoria degli eroi del paese e l’amore e la passione per il proprio territorio. Queste divise, dunque, fanno risaltare la spiccata identità nazionale e il forte senso di appartenenza dei calciatori portoghesi.

La storia del calcio portoghese

Sebbene il calcio in Portogallo abbia origine alla fine dell’Ottocento, è nel corso del ventesimo secolo che il paese si afferma come una potenza del calcio europeo e mondiale, grazie ai notevoli progressi delle sue squadre e alla generazione di talenti emergenti che hanno arricchito la nazionale.

Il Portogallo vanta una lunga e ricca storia calcistica, che inizia con la nascita nel 1914 della Federação Portuguesa de Futebol (FPF), l’organo di governo del calcio nel paese. Nel 1921, si svolse il primo torneo di calcio con la partecipazione delle principali squadre portoghesi dell’epoca, tra cui il Benfica, lo Sporting Lisbona, il Porto e il Belenenses.

Il primo grande successo internazionale per il Portogallo arrivò nel 1966, quando la nazionale guidata dall’intramontabile Eusébio raggiunse il terzo posto nella Coppa del Mondo in Inghilterra. Da allora, la squadra si è qualificata regolarmente per i principali tornei internazionali, come il Campionato Europeo (Euro) e la Coppa del Mondo FIFA.

Il trionfo più grande nella storia del calcio portoghese arrivò nel 2016, quando il Portogallo, allenato da Fernando Santos, vinse il suo primo titolo europeo, sconfiggendo la Francia nella finale dell’Euro 2016.

Il kit e gli storici colori della nazionale portoghese

Le divise della nazionale portoghese sono storicamente caratterizzate dal rosso e dal verde, i colori principali della bandiera del paese. La maglia da gioco tradizionalmente è rossa, con dettagli verdi sul colletto e sui bordi delle maniche, mentre i pantaloncini e i calzettoni sono verdi.

Nel corso della storia, ci sono state alcune varianti al design della divisa, come la maglia utilizzata nella Coppa del Mondo del 1966, quando il Portogallo indossò una maglia verde con una banda orizzontale rossa. La divisa degli anni ’70 e ’80 invece, aveva una maglia a strisce rosse e verdi, con il simbolo della FPF sul petto.

Tra le maglie Portugal retro più celebri, vi è sicuramente quella indossata nella famosa sfida del Mundial 1986 contro l’Inghilterra, con il rosso predominante, intervallato da sottili righe verdi, bianche e gialle.

Il principale stadio della nazionale portoghese

Lo stadio principale del Portogallo è l’Estádio Nacional, situato nella città di Oeiras, che ha ospitato numerose partite internazionali, tra cui la finale della Coppa dei Campioni del 1967 tra il Celtic e l’Inter. Tuttavia, negli ultimi anni, la nazionale portoghese ha giocato le sue partite casalinghe in vari stadi del paese, tra cui l’Estádio da Luz di Lisbona, casa del Benfica, e l’Estádio do Dragão di Porto, casa del Porto.

I giocatori storici del Portogallo

Nella storia del calcio portoghese sono emersi numerosi campioni che hanno lasciato un segno importante nel panorama internazionale, indossando con orgoglio le maglie Portugal retro.

Tra questi, Eusébio da Silva Ferreira, noto semplicemente come Eusébio, è considerato il più grande calciatore portoghese di tutti i tempi. Nel corso della sua carriera con la nazionale, Eusébio ha segnato 41 gol in 64 presenze e ha guidato il Portogallo al terzo posto nella Coppa del Mondo del 1966, vincendo la Scarpa d’Oro del torneo.

Altri grandi nomi del passato includono Luís Figo, vincitore del Pallone d’Oro nel 2000 e simbolo della nazionale portoghese per oltre un decennio; Rui Costa, centrocampista offensivo di grande talento e Paulo Sousa, mediano di qualità, protagonista in squadre come la Juventus e il Borussia Dortmund.

Nell’epoca attuale, Cristiano Ronaldo è senza dubbio il giocatore più iconico del Portogallo, essendo diventato il migliore marcatore nella storia della nazionale e avendo vinto l’Euro 2016 come capitano della squadra.